Giornale


L’altro volto della guerra: le persone transgender tra discriminazioni e paure

L’invasione russa si è scagliata ferocemente sulla vita di milioni di persone, nutrendo aspetti critici e mai superati di leggi e norme in vigore in Ucraina e altrove. Dietro questa guerra, più evidente, ce n’è un’altra che si combatte senza armi e che non ha come obiettivo l’annessione di un territorio, ma l’ostacolo all’inclusività e alla tolleranza.

Il costo del virilismo

Etimologicamente, il termine virilità viene da vir, uomo. È una nozione che raccoglie gli attributi di forza e potenza al fine di descrivere e definire l’essenza di ciò che un uomo dovrebbe essere. Tale nozione viene culturalmente perpetrata in maniera più o meno inconscia attraverso una pratica ben precisa: il virilismo. Ma di cosa si tratta? E qual è il costo del virilismo nell’educazione dei giovani ragazzi? Nessuno può spiegarcelo meglio di un uomo.

Cosa abbiamo imparato dal caso Rowling

La nota scrittrice J.K. Rowling è stata spesso oggetto di accuse da parte della comunità LGBTQ+ a causa di alcune sue dichiarazioni troppo aggressive. In questo articolo andiamo a scoprire la controversia che la vede protagonista da anni e quale lezione possiamo imparare da essa.

Grassofobia: stigma sociale e discriminazione sistemica

Decostruire uno stigma radicato da secoli nella società è un’opera complessa. Riconoscerne i conseguenti privilegi e provare a scardinarli non lo è da meno. Un’accurata riflessione sul thin privilege e lo stigma sociale e la discriminazione sistemica che ruotano attorno alla grassofobia.

Il potere è maschio: conservatorismo e femminismo

Alcuni tra i ruoli di potere più influenti, quali i vertici di potere delle istituzioni europee e alcune leadership di partito, sono ricoperti da donne, ma l’insediamento delle donne nei luoghi di potere non sembra aver portato a sostanziali mutamenti all’interno della struttura patriarcale, o comunque a mutamenti radicali degli equilibri già esistenti. La ragione non è da ricercare nelle indubbie capacità governative delle figure femminili in questione, quanto nella modalità in cui sono giunte a ricoprire tali posizioni.